Condividi

"CineIcontri di Primavera 2011" n. 3: venerdì 20 maggio ore 18

  • Data di pubblicazione 18 maggio 2011

Venerdì 20 maggio, a partire dalle ore 18, si terrà il terzo ed ultimo appuntamento del ciclo “Cineincontri di Primavera 2011”, conferenze sulla settima arte ad ingresso libero organizzate dal Circolo del Cinema nella chiesa di S. Pietro in Monastero di via Garibaldi 3, gentilmente concessa dalla Fondazione Cariverona.

Protagonista di questa giornata con una conversazione sul tema: «Il romanzo americano nel cinema, da “Greed”, 1924, a “Brokeback Mountain”, 2005» è il prof. Massimo Bacigalupo, conosciuto per essere uno dei maggiori esperti italiani di letteratura angloamericana.
Nato da una famiglia poliglotta nel 1947 a Rapallo, dove abita tuttora, Bacigalupo si dedicò precocemente a cinema e letteratura. Nel 1966 con il mediometraggio Quasi una tangente vinceva il Festival del Film a passo ridotto di Montecatini. In seguito fu tra i fondatori della Cooperativa Cinema Indipendente di Roma e produsse diversi film, oggetto di una recente retrospettiva e mostra documentaria al 28° Film Festival di Torino.
Dopo il dottorato alla Columbia University, New York (1975), si è dedicato alla ricerca e all’insegnamento. È professore ordinario di letteratura americana all’Università di Genova e membro dell’Accademia Ligure di Scienze e Lettere. Fra i suoi libri in italiano: Il film sperimentale (1975), L’ultimo Pound (1981, Premio Viareggio per la Saggistica Opera Prima), Grotta Byron (2001). Per le sue traduzioni di autori angloamericani, da Shakespeare a Melville, Dickinson, Pound, Stevens ed Eliot, ha ottenuto il Premio Monselice e il Premio Nazionale di Traduzione del Ministero dei Beni Culturali. Collabora a “Modern Language Review” e “L’Indice” e recentemente ha curato un’antologia poetica di Henri Cole, Autoritratto con gatti (Guanda), e la riedizione del Preludio di William Wordsworth, che era da anni irreperibile (Oscar Mondadori).

Coordina l’incontro Carlo Vita Fedeli, giornalista e cofondatore del Circolo del Cinema.